Tunisia: domande frequenti

Per richiedere la residenza in Tunisia è sufficiente il passaporto con scadenza non inferiore a sei mesi e una somma di denaro non inferiore a 5.000 euro. Per richiedere la defiscalizzazione della pensione e ľaccredito della stessa in Tunisia è necessario anche il CUD e l’indirizzo esatto della sede INPS che eroga la pensione.

Si, l'accredito della pensione in Tunisia è obbligatorio. La legge tunisina impone che la pensione transiti interamente sul c.c. tunisino.

Non c’è alcun limite. Potete inviare in Italia anche l’intero importo della pensione.

Si. Servono a dimostrare alle autorità preposte al rilascio del permesso di soggiorno in Tunisia che si è in grado di mantenersi autonomamente fino alľaccredito della pensione.

No. La somma rimane sempre e comunque nella vostra totale disponibilità e può essere ritirata in qualsiasi momento.

Per effettuare versamenti in contanti di qualsiasi entità, è necessario essere in possesso della dichiarazione doganale di importazione di denaro. Viene rilasciata, su richiesta, al vostro arrivo a Tunisi.

Se intendete affidarvi al classico “fai da te” i tempi sono difficilmente prevedibili, conoscendo la lingua e correndo avanti e indietro per uffici vari, da un minimo di un mese, ad un massimo di sei, ma attenzione, ľerrore è sempre in agguato ed in alcuni casi difficilmente rimediabile. Il consiglio è di affidarsi a dei professionisti che riescono a risolvere tutto in tempi brevi e senza commettere errori grossolani.

Ovviamente molto dipende dalla posizione e dalle caratteristiche. In zona centrale, arredato e vicino al mare, i prezzi partono da 200/250 euro al mese. Cercando immobili vista mare, residence di prestigio e arredi di pregio, i prezzi lievitano e comunque sono sempre negoziabili e rimangono ragionevoli. Stesso discorso per le ville, in questo caso, prezzi a partire da 500/600 euro in su.

Si, a prescindere dall'anno di immatricolazione del veicolo, al vostro primo ingresso vi verrà dato un permesso di circolazione della durata di tre mesi prorogabile per altri 6 mesi, quindi per un totale di nove mesi, scaduti i quali l'auto deve lasciare il Paese. Se volete tenere l'auto a tempo indeterminato non deve aver superato i tre anni di vita e dovrete immatricolarla in Tunisia.

Si, la patente italiana è valida. Se trasferite la residenza in Tunisia, dopo un anno, sarebbe necessario convertirla. Il condizionale è d’obbligo. Gli italiani residenti in Tunisia non effettuano la conversione e nessuno di loro ha mai avuto problemi.

No. La Tunisia è un Paese islamico moderato, le donne sono libere ed emancipate, ricoprono incarichi di grande responsabilità anche all'interno del governo tunisino.

Si, ma è necessario che sia in regola con tutte le vaccinazioni, inoltre dovrete essere in possesso del passaporto anche per il vostro amico a quattro zampe, cane o gatto che sia, la documentazione va richiesta alla sede USL.

La sera è il momento migliore, è possibile uscire senza alcun problema ed è molto più pericoloso farlo in una qualunque città italiana.


Close
Privacy Policy