Rimborso IRPEF 2018: trasferisciti in Portogallo entro fine giugno!

Affrettati, hai a disposizione ancora poche settimane per trasferire la tua residenza in Portogallo, ottenendo così il rimborso IRPEF sulle pensioni 2018!

Cosa significa?

Il 30 giugno infatti è la data limite entro la quale, se decidi di trasferire la residenza in Portogallo, puoi recuperare tutti gli arretrati IRPEF 2018 della tua pensione.
Questo è possibile perché, chi trasferisce la propria residenza in Portogallo entro tale data ed avendo provveduto contestualmente all’iscrizione AIRE, risulterà, per la maggior parte del periodo d’imposta – ossia per un periodo superiore a 183 giorni – residente all’estero.

Dunque, in virtù della Convenzione di non doppia imposizione tra Italia e Portogallo, non sarai più soggetto alla ritenuta IRPEF, anzi, l’ammontare dell’imposta già versata, a partire dal mese di gennaio, dovrà essere rimborsata, in quanto ormai residente fiscalmente in Portogallo. Il tuo ente previdenziale dovrà quindi erogare tutti gli arretrati IRPEF della tua pensione a partire da gennaio 2018.

Oltre il 30 giugno ci si può trasferire in Portogallo?

Certo che sì! Con la consapevolezza però, che con l’iscrizione AIRE avvenuta dopo questa data, verrai considerato residente fiscalmente in Italia per il maggior periodo d’imposta, maturando il diritto a percepire la pensione lorda solo a partire dal nuovo anno fiscale, ossia il 2019. Dunque, perderai il diritto di ricevere il rimborso IRPEF sulla tua pensione del 2018.

Non perdere un anno e recupera il rimborso IRPEF anticipando il tuo trasferimento in Portogallo entro il 30 giugno!

Per maggiori informazioni a riguardo puoi contattarci compilando il modulo che trovi in questa pagina, scrivendo all’indirizzo email info@vadovia.it oppure chiamando il numero 0039 3274530654.

Commenti

comment